Conferenza stampa per la Giornata Nazionale del 26 Ottobre 'Integrazione e religioni: Conoscenza e rispetto della Costituzione.'

L'Associazione Internazionale Karol Wojtyla, i cui soci sono di fede ebraica, cristiana e musulmana,  ha promosso, in collaborazione con il Centro Islamico Culturale  d’Italia  e con il CUG (Comitato Unico di Garanzia) del CNR una conferenza stampa che si terrà il 19 Ottobre alle ore 11.30 presso la Camera dei Deputati, Sala Nilde Iotti, Via del Parlamento 9,  per presentare la  Giornata Nazionale del 26 Ottobre Integrazione e religioni: Conoscenza e rispetto della Costituzione.I cristiani ortodossi sono i più rappresentati tra gli immigrati stranieri  in Italia (1,6 milioni circa) seguiti dai musulmani, (1,4 milioni circa). I rapporti tra Costituzione, ebraismo  e cristianesimo sono da lungo tempo ben regolati da intese tra Repubblica Italiana e le relative comunità e con accordi con  Stato del Vaticano e Stato Italiano. Al momento non esiste intesa tra Stato Italiano  e Islam. Tuttavia tutte le maggiori associazioni di musulmani in Italia hanno firmato un Patto presso il Ministero degli Interni  in cui ripudiano ogni forma di violenza e si impegnano al rispetto della Costituzione (2017). Tuttavia questo Patto rimane sconosciuto alla stragrande maggioranza dei cittadini.Questa Giornata vuole approfondire per il grande pubblico queste tematiche ed in particolare  facilitare  il confronto, non sempre facile, tra stampa,  opinione pubblica e comunità islamiche italiane riguardo l’importanza di aderire ai valori della Costituzione e di rispettare le tradizioni e le leggi italiane, nella piena libertà di esprimere la propria fede islamica.L’obiettivo concreto dell’iniziativa è chiedere al Governo l’appoggio per attività di formazione e di istruzione tra i giovani, italiani e stranieri. Infatti se è vero che una reale, proficua integrazione non può prescindere dal rispetto dei valori costituzionali dei Paesi in cui si vive è altrettanto vero che senza conoscenza non è possibile il rispetto delle regole comuni. E non sempre i nostri giovani, italiani o stranieri che siano, conoscono la materia dell’educazione civica. Si chiede in particolare che nelle scuole medie e superiori venga svolta un' attività di istruzione sulla Costituzione.http://www.karolwojtyla-international.org/rosannacerbo@yahoo.it     

Date: 
19/10/2018 - 11:30